martedì 5 gennaio 2016

Tease tuesday #104


Oggi è martedì e torna Teaser Tuesdays, rubrica ideata dal blog Should be Reading, ma che io ho scoperto su Atelier dei libri. La mia consocia grafica aveva comunque una rubrica simile sul suo blog, Dillina, chiamata Perle dai libri. Visto che io spesso ho letto cose in seguito ai Teaser ho pensato di adottarla.


Le regole sono davvero semplici e sarei felice se mi lasciaste i vostri teaser!

Eccole:


  • Prendete un libro che state leggendo; 
  • Apritelo in una pagina a caso; 
  • Condividete un breve spezzone di quella pagina ("Teaser") senza fare spoiler (controllate prima di postare); Riportate titolo e autore per tutti coloro che vogliono leggerlo ^_^ 


Ecco a voi il mio Teaser di oggi, anche se ero piuttosto indecisa se farci un teaser o meno, perché è lunghissimo, però molti dei 'consigli' mi piacevano troppo. Ho rimosso solo alcune frasi che potevano fare da spoiler. Tratto da 'Gli umani' di Matt Haig

<< Consigli per un umano
1.   La vergogna è una prigione. Liberatene.
2.   Non preoccuparti delle tue capacità. Hai la capacità di amare. Basta questo.
3.   Sii gentile con gli altri. In una prospettiva universale, gli altri sono te.
4.   La tecnologia non salverà l’umanità. Saranno gli umani a salvarla.
5.   Ridi. Ti fa bene.
6.   Sii curioso. Fa’ domande su tutto. I fatti di oggi sono le finzioni di domani.
7.   L’ironia va bene, ma i sentimenti sono meglio.
8.   I panini al burro di arachidi si abbinano perfettamente al vino bianco. Non permettere a nessuno di dirti il contrario.
9.   A volte per essere te stesso dovrai dimenticarti di te stesso e diventare qualcos’altro. Il tuo carattere non è immutabile. Verrà il momento in cui dovrai cambiare per stargli dietro.
10.   La storia è una branca della matematica. Idem per la letteratura. L’economia è una branca della religione.
11.   Il sesso può far male all’amore, ma l’amore non fa male al sesso.
12.   I telegiornali dovrebbero aprire con le notizie sulla matematica, poi passare alla poesia, e infine a tutto il resto.
13.   Non era affatto previsto che tu dovessi nascere. La tua esistenza è quanto di piú vicino all’impossibile. Rifiutare l’impossibile è come rifiutare te stesso.
14.   La tua vita durerà venticinquemila giorni. Fa’ in modo di ricordartene alcuni.
15.   La via della superbia è la via dell’infelicità. E viceversa.
16.   Una tragedia è solo una commedia che non è giunta a buon fine. Un giorno ne rideremo. Rideremo di tutto.
17.   Mettiti dei vestiti, certo, ma ricordati che sono vestiti.
18.   Ciò che per una forma di vita è oro, per un’altra è volgare lamiera.
19.   Leggi poesie. Soprattutto Emily Dickinson. Potrebbe salvarti la vita. Anne Sexton sa tutto sulla mente umana, Walt Whitman sa tutto sull’erba, ma Emily Dickinson sa tutto su tutto.
20.   Se diventerai un architetto, ricordati di questo: il quadrato ha una bella forma. Anche il rettangolo. Ma a volte si esagera.
21.   Non darti la pena di esplorare lo spazio finché non riesci a uscire dal sistema solare. A quel punto, vai su Zabii.
22.   Non preoccuparti se ti arrabbi. Preoccupati quando arrabbiarti diventa impossibile. Perché significa che ti hanno consumato.
23.   La felicità non è qui fuori. È là dentro.
24.   Sulla Terra, l’espressione «nuova tecnologia» si applica a cose che tra cinque anni ti sembreranno ridicole. Da’ valore alle cose che da qui a cinque anni non ti faranno quest’effetto. Come l’amore. O una bella poesia. O una canzone. O il cielo.
25.   C’è un unico genere di narrativa. Si chiama «libro».
26.   Non stare mai troppo lontano da una radio. Una radio può salvarti la vita.
27.   In fatto di fedeltà, i cani sono geniali. Ed è un buon modo di essere geniali.
28.   Tua madre dovrebbe scrivere un romanzo. Dille di farlo.
29.   Se c’è un tramonto, fermati e guardalo. La conoscenza è finita; la meraviglia infinita.
30.   Non ambire alla perfezione. L’evoluzione e la vita sono possibili grazie agli errori.
31.   L’insuccesso è un gioco di luci.
32.   Sei umano. Il denaro ti piacerà. Ma ricordati che non può farti felice, perché la felicità non è in vendita.
33.   Non sei la creatura piú intelligente dell’universo. Non sei nemmeno la creatura piú intelligente del tuo pianeta. Il linguaggio tonale che è alla base dei canti delle megattere è piú complesso di tutta l’opera di Shakespeare. Non è una gara. Anzi sí, ma non preoccuparti.
34.   Space Oddity di David Bowie non ti insegna niente sullo spazio, ma ha degli schemi musicali piuttosto gradevoli all’orecchio.
35.   Quando alzi gli occhi al cielo in una notte limpida e vedi migliaia di stelle e pianeti, ricordati che lassú non succede granché. Le cose importanti succedono piú lontano.
36.   Un giorno gli umani vivranno su Marte. Ma niente gli sembrerà piú emozionante di una qualsiasi mattinata nuvolosa sulla Terra.
37.   Non devi sempre sforzarti di restare freddo. Nell’insieme, l’universo è freddo. I punti importanti sono quelli caldi.
38.   Walt Whitman aveva ragione, almeno su una cosa. Sei destinato a contraddirti. Sei vasto. Contieni moltitudini.
39.   Nessuno ha mai del tutto ragione su niente. In nessun luogo.
40.   Siamo tutti ridicoli. Se qualcuno ride di te, è solo perché non capisce del tutto la propria comicità.
41.   Hai una mente aperta. Non permettere mai che si chiuda.
42.   Tra mille anni, ammesso che l’umanità sopravviva cosí a lungo, tutta la tua conoscenza sarà stata demolita. E rimpiazzata da miti ancora piú grandi.
43.   Tutto è importante.
44.   Hai il potere di fermare il tempo. Succede quando baci qualcuno. O ascolti musica. La musica, tra l’altro, serve a vedere le cose che non riesci a vedere in altro modo. È la cosa piú innovativa che hai. È un superpotere. Continua a studiare la chitarra basso. Sei bravo. Entra in un gruppo.
45.   Il mio amico Ari era uno degli umani piú saggi che siano mai nati. Leggi quel che ha scritto.
46.   Un paradosso: le cose che non ti servono per vivere – i libri, l’arte, il cinema, il vino e via dicendo – sono quelle che ti servono per vivere.
47.   Una mucca resta sempre una mucca, anche se la chiami carne bovina.
48.   Non esistono due sistemi etici perfettamente sovrapponibili. Accetta le forme dissimili, a patto che non abbiano spigoli troppo taglienti.
49.   Non aver paura di nessuno. E i tuoi pugni fanno malissimo.
50.   Prima o poi succederà qualcosa di brutto. Cerca di avere qualcuno a cui tenerti stretto.
51.   Verso sera, l’alcol è assai gradevole. Svegliarsi la mattina con il mal di testa è assai spiacevole. A un certo punto dovrai scegliere: o le sere, o le mattine.
52.   Se stai ridendo, accertati di non avere invece voglia di piangere. E viceversa.
53.   Non aver mai paura di dire a una persona che l’ami. Nel tuo mondo ci sono parecchie cose sbagliate, ma l’eccesso di amore non è tra queste.
54.   La ragazza con cui stai parlando al telefono. Ce ne saranno altre. Ma spero che sia una tipa a posto.
55.   Non sei l’unica specie terrestre in possesso di tecnologie. Guarda le formiche. Sul serio. Guardale. Fanno cose incredibili, con le foglie e i rametti.
56.   Tua madre ha amato tuo padre. Anche se finge il contrario.
57.   Ci sono un mucchio di idioti nella tua specie. Ce ne sono a bizzeffe. Tu non fai parte del gruppo. Tieni duro.
58.   Quel che conta non è la lunghezza della vita. È la profondità. Ma mentre scavi il tuo cunicolo, non perdere mai di vista il sole.
59.   I numeri sono carini. I numeri primi sono belli. Renditene conto.
60.   Obbedisci alla tua testa. Obbedisci al tuo cuore. Obbedisci ai tuoi visceri. Obbedisci a tutto, fuorché agli ordini.
61.   Un giorno, se ti troverai ad avere del potere, ricordati di dire a tutti che poter fare una cosa non significa doverla fare. Ci sono forza e bellezza anche nelle ipotesi non dimostrate, nelle labbra non baciate, nei fiori non colti.
62.   Accendi dei fuochi. Ma solo in senso figurato. A meno che tu abbia freddo e il luogo sia sicuro. In quel caso: accendi dei fuochi.
63.   Non è la tecnica, è il metodo. Non sono le parole, è la melodia.
64.   Sii vivo. È il tuo dovere supremo nei confronti del mondo.
65.   Non pensare di sapere. Sappi di pensare.
66.   La formazione di un buco nero dà luogo a un’immensa esplosione di raggi gamma, la cui luce acceca intere galassie e distrugge milioni di mondi. Potresti scomparire da un secondo all’altro. In questo preciso secondo. O in quest’altro. O quest’altro. Assicurati di star facendo qualcosa che saresti felice di ricordare come l’ultima cosa che hai fatto.
67.   La guerra è la risposta. Alla domanda sbagliata.
68.   L’attrazione fisica è, prima di tutto, una questione di ghiandole.
69.   Ari era convinto che la nostra esistenza fosse una semplice simulazione. La materia è un’illusione. È tutto silicio. Magari aveva ragione. Ma le tue emozioni? Quelle sono solide.
70.   Non sei tu. Sono loro. (No, sul serio. È cosí).
71.   Porta a spasso Newton ogni volta che puoi. Gli piace tanto uscire di casa. Ed è proprio un bel cane.
72.   La maggior parte degli umani non pensa granché. Riesce a sopravvivere pensando soprattutto a ciò che vuole e a ciò che gli serve. Tu però non sei uno di loro. Sta’ attento.
73.   Nessuno ti capirà. In fin dei conti, non è cosí importante. L’importante è che tu capisca te stesso.
74.   Un quark non è la cosa piú piccola che esista. La cosa piú piccola è trovarsi sul letto di morte e rimpiangere di non aver lavorato abbastanza. Talmente piccola che non esiste.
75.   Spesso le belle maniere sono indice di paura. La gentilezza è sempre indice di coraggio. Ma l’attenzione per gli altri è ciò che ti rende umano. Sii piú attento agli altri, diventa piú umano.
76.   Nella tua mente, cambia nome a ogni giorno e chiamalo sabato. E cambia nome al lavoro: chiamalo gioco.
77.   Quando guardi il telegiornale e vedi il caos tra alcuni membri della tua specie, non credere di non poter fare nulla in proposito. Ma sappi che qualsiasi cosa tu possa fare, non la farai certo guardando il telegiornale.
78.   Ti alzi al mattino. Indossi i vestiti. Poi indossi la tua personalità. Scegli con attenzione.
79.   Leonardo da Vinci non era uno di voi. Era uno di noi.
80.   Il linguaggio è perifrasi. L’amore è verità.
81.   Cercare il senso della vita non aiuta a trovare la felicità. Il senso della vita è solo al terzo posto tra le cose importanti. Prima ci sono amare ed essere.
82.   Se una cosa ti sembra brutta, guardala meglio. La bruttezza è solo un difetto della vista.
83.   Quando la guardi, l’acqua non bolle mai. Non c’è bisogno di sapere altro sulla fisica quantistica.
84.   Tu sei piú della somma delle tue particelle. E già la somma è abbastanza notevole.
85.   I secoli bui non sono ancora terminati (ma non dirlo a tua madre).
86.   Dire che qualcosa ti piace è un insulto. Amala o detestala. Sii appassionato. L’avanzare della civiltà va di pari passo con l’avanzare dell’indifferenza. È una malattia. Immunizzati con l’arte. E con l’amore.
87.   La materia oscura serve a tenere insieme le galassie. La tua mente è una galassia. Piú buio che luce. Ma è la luce a darle valore.
88.   Il che significa: non ti uccidere. Anche se il buio è completo. Ricordati sempre che la vita non è inerte. Il tempo è spazio. Stai viaggiando nella galassia della tua mente. Aspetta le stelle.
89.   A livello subatomico, ogni cosa è complessa. Ma tu non vivi a livello subatomico. Hai il diritto di semplificare. Se non lo fai, diventi matto.
90.   Ma ricordati questo. Gli uomini non vengono da Marte. Le donne non vengono da Venere. Non lasciarti intrappolare dalle categorie. Tutti sono tutto. Gli ingredienti che formano una stella sono dentro di te, e tutte le personalità esistite da che mondo è mondo si contendono il ruolo da protagonista nel teatro della tua mente.
91.   Sei fortunato a essere vivo. Prendi fiato e respira le meraviglie della vita. Non dare mai nulla per scontato, neanche un solo petalo di un solo fiore.
92.   Se avrai dei figli e ne amerai uno piú degli altri, lavoraci su. Altrimenti se ne accorgeranno, anche se la differenza non è piú grande di un atomo. Un solo atomo basta a provocare un’enorme esplosione.
93.   La scuola è una barzelletta. Ma vai avanti, perché sei quasi arrivato alla battuta finale.
94.   Non sei obbligato a diventare un accademico. Non sei obbligato a diventare nulla. Non sforzarti. Tasta il terreno e non smettere mai, finché non trovi qualcosa che ti sta bene. Magari non ti starà bene nulla. Magari sei la strada e non la destinazione. Va bene cosí. Sii pure la strada. Ma accertati che ci sia un bel panorama dietro i finestrini.
95.   Sii gentile con tua madre. E cerca di renderla felice.
96.   Sei un umano di buon cuore, Gulliver Martin.
97.   Ti voglio bene. Ricordatene. >>

Matt Haig

Qual è il vostro teaser? ^_^





4 commenti:

  1. Molto lungo, come hai anticipato. Ma anche molto bello. <3

    RispondiElimina
  2. ciao mi è piaciuto e il libro mi ha incuriosito. Messo tra le letture da scegliere http://robbyroby.blogspot.it/2016/01/libro-da-leggere-1.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Spero che ti piacerà. A me non è dispiaciuto. C'è un errore, l'inizio non torna con la fine, però è carino e fa riflettere su tante cose.

      Elimina