lunedì 25 gennaio 2016

Recensione: Dark Lover - Il risveglio (BDB 01) di J. R. Ward

Recensione lunghissima, cattivella ma spero divertente.
E, ribadisco, il libro m'è pure piaciuto.

Titolo: Il risveglio (Dark Lover) - La Confraternita del pugnale nero 01
Titolo originale: Black Dagger Brotherhood 01 - Dark Lover
Autore: J. R. Ward
Edizione: BUR
Prezzo: 12,00€
Trama: Beth Randall è una giovane cronista di nera in un giornale di provincia, a Caldwell NY. Abituata ad aggirarsi tra colleghi giornalisti, poliziotti e delinquenti che non le staccano gli occhi di dosso, ha imparato a tenerli a bada. Quando uno sconosciuto entra nel suo appartamento forzando con naturalezza la porta, Beth dovrebbe urlare e tentare la fuga. Invece è travolta e si abbandona a un desiderio che non ha mai provato prima. Il terrore viene dopo, quando Wrath le parla di Darius, il padre che Beth non ha mai conosciuto, e che gli ha affidato il compito di assisterla e proteggerla. Perché Darius e Wrath appartengono a una stirpe di vampiri da secoli in lotta per la sopravvivenza. E Beth sta per entrare in un mondo nero come la notte e rosso di sangue, sta per andare incontro alla trasformazione di tutto il suo essere. 

Voto: 7/10
NOTA 1: SPOILER!!!
NOTA 2: Se siete fan intransigenti non leggete. Anche a me è piaciuto, ma su certe scene non riesco a non ridere.
Dopo i primi, necessari, avvisi, eccomi a parlarvi del primo capitolo di una serie che sono sicura mi piacerà moltissimo. Se perché mi farà battere il cuore o perché, come dice la mia consocia, mi fa scappare la pazienza trasformandomi in una scaricatrice di porto, ve lo saprò dire con i prossimi capitoli. Questo, intanto, mi ha fatto scappare la pazienza.
Mi sono accinta a leggere sperando di trovare una bella storia d'amore tra il vampiro tormentato e l'umana e...
Bé, intanto il vampiro c'è. E non uno qualunque: il Re!
...
Tre secondi dopo che è comparso ho pensato che doveva solo ringraziare di essere paraculato, perché io uno così non lo avrei voluto manco come energumeno da trasloco. Paraculato da imperscrutabili leggi e regolamenti che stabiliscono che il re deve essere solo lui. Non ho mai capito perché le autrici s'inventano ste robe complicate, quando basterebbe fare un personaggio, non dico normale, ma almeno non psicopatico.
Ho riposto le mie speranze nel fatto che tanta tracotanza preludesse al tormento successivo.
Poi compare lei, LEI!, e te sai che finiranno insieme, e il povero re comincia a farti comunque pena (anche se è psicopatico). Beth è una delle più insignificanti protagoniste che abbia mai incontrato, e ancora non mi spiego come mai qualunque uomo la veda sia pronto a dare un occhio della testa per uscire con lei (o andarci a letto. L'unica donna al mondo dotata di patata)
La certezza che questo libro non mi avrebbe fatto battere il cuore ce l'ho avuta alla prima scena di sesso, a pagina 50, la prima volta che i due si vedono, tra l'altro.
Vi racconto la scena (SPOILER!!!!)
Lui entra in casa di lei. Perché è noto che quando devi dire qualcosa d'importante ad una ragazza che non conosci, le entri in casa, di notte, vestito di pelle tipo fustigatore folle e armato fino ai denti. Fumando un sigaro contenete marijuana.
Ora, mezza drogata o no, se nel cuore della notte, quando sono a casa da sola, mi ritrovo uno alto due metri, vestito di nero e armato che pare il mostro di Milwaukee, nell'ordine: mi passa qualunque effetto collaterale, mi faccio venire un infarto, mi riprendo, urlo e cerco di accoltellarlo con il primo coltellaccio da cucina che mi capita.
Beth no! Prima si chiede come ha fatto ad entrare (essarà passato dallo sportellino del gatto), poi nota che è figo, poi TRACK! le parte un allagamento là sotto che manco le vecchiette incontinenti che assiste mia mamma, e quindi decide che può aprire le gambe.
Lui, che è lì SOLO per parlare di una cosa IMPORTANTISSIMA, ci pensa 3 secondi, poi le zompa addosso.
'Na roba romantica proprio. E vabbè, mi godrò la scena bollente, ho pensato.
Che è abbastanza carina, ma...
"Wrath la baciò nel punto più delicato, risucchiando in bocca il fulcro della sua femminilità, e lei venne più e più volte."
Non è un vampiro, è una pompa idrovora.
Che poi... 'più e più volte', ma con quali parti di grazia??? E va bene gli orgasmi multipli, ma insomma!
Il top dell'assurdo, ovviamente, è il momento clou della scena.
Ve la scrivo pari pari anche questa.
"Wrath la penetrò con un'unica, vigorosa, spinta. Poi si abbandonò ad un urlo estatico."
...
Cioè... è durato un secondo?!? Ma fatti curare! E ringrazia che sta poveretta era rimbambita dalla droga e dall'orgasmo (anzi, dai milioni di orgasmi) che se no la cosa più carina che poteva dirti era 'Ora asciugamela'.
Questo sarebbe il protagonista che dovrebbe farmi battere il cuore? Farmi sognare? Dopo una scena così, il massimo che sogno è un vibratore con le pile Duracell.
Come se non bastassero sti problemi di eiaculazione precoce, è pure un pazzo squinternato che all'improvviso tratta male uno dei confratelli per dimostrare non s'è capito cosa. Per lo stesso motivo invita lei a cena e poi la tratta con sufficienza.
E lei è scema, perché invece di tirargli una sberla e girare sui tacchi, sta lì a farsi trattare da straccio. Senza manco essere drogata.
Subito dopo c'è un'altra scena bellissima in cui 'sti due vispi fanno tutta una serie di discorsi aulici e logici il cui succo è che non può esserci niente tra loro, e la cui conclusione è: ok, allora facciamo sesso.
E per quale nesso logico? Me la sono pure riletta, casomai mi fossi persa qualche connessione, ma no. E' una conclusione piazzata lì a caso.
Poi ho capito che, almeno Wrath, è sempre illogico. SPOILER!
Prima di trasformarla: lamollolamollolamollolamollo
La trasforma: lamollolamollolamollolamollosposami.
No, scusate Vostra Maestà, ma tutto quello che sta in mezzo? I tormenti, i dubbi con gli annessi e connessi? Ah sì, hai fatto lo stronzo con Thor. Ma porca paletta, ma che problema hai? E dopo l'eiaculazione precoce fatti curare pure questa!
Cioè, mi sono piaciuti di più tutti gli altri confratelli, di lui. E non è bello considerando che è il protagonista.
Di Beth non parlo perché non c'è niente da dire. E' anonima, insignificante, non mostra una sola qualità. Non c'è un solo motivo che mostri perché Wrath (e tutto il resto del mondo) perda la testa per lei.
Mi è piaciuta di più Marissa. Non è solo bella, ma è elegante, aggraziata, raffinata. E' colta, gentile, regale anche quando si arrabbia.
Vi ricordate la prof a scuola che chiedeva sempre: cosa t'insegna questo libro?
Eh (SPOILER) che non importa quante qualità hai, basta che la dai via bene e ti becchi il re. Se no c'è il povero poliziotto alcolizzato.
Oddio. Considerando com'è il re, anche io avrei preferito il poliziotto alcolizzato. Quindi forse a Marissa va meglio che a Beth.
La scrittura della Ward è piacevole e favorisce la lettura. Talmente scorrevole e veloce che la battaglia finale dura mezza pagina. (SPOILER) Mezza pagina in cui il re finisce moribondo. Soffre pure di "fin di vita precoce".
Una cosa che ho apprezzato è la mancanza di troppi dettagli fisici (eccetto la 'verga vigorosa' e 'l'erezione poderosa'). Mi piace immaginare i personaggi secondo i miei gusti e non sopporto quando le autrici diventano pedanti.
Non sempre logici i dialoghi, ma ne ho già parlato.
Bene, con questo primo libro (che, anche se non sembra, mi è piaciuto) la chiudo qui, ma penso di leggere e parlarvi presto del secondo. Nella speranza che contenga la mia sospirata storia d'amore.
In caso contrario mi scapperà la pazienza e la mia consocia si divertirà moltissimo (e anche io, lo ammetto).

                                           


4 commenti:

  1. Ahahahahahahah!! Dil rotola :'D
    ...
    Essendo librino di GdL, ne abbiamo parlato e sai che condivido in tutto. Il Re dei vampiri è stata una delusione. Lei..no comment! Sono fatti l'uno per l'altra ^^"
    Eppure.... il librino mi è piaciuto, nonostante mi tirasse fuori continue esclamazioni di incredulità e abbia fatto scappare la pazienza pure a me. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono davvero fatti l'uno per l'altra. però ci siamo divertite e tanto basta :D

      Elimina
  2. Ancora non ho letto nulla di questa autrice...:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo di questa serie è carino, anche se ha dei momenti di ... ehm... incoerenza.

      Elimina