domenica 29 settembre 2013

Recensione: La governante e altri problemi domestici di Charlotte Perkins Gilman

Un libro che ho scoperto per caso su un altro blog (ma non ricordo quale) e che è stata una piacevole lettura.

Titolo: La governante e altri problemi domestici
Autore: Charlotte Perkins Gilman
Edizione: Astoria
Prezzo:  9,00 €
Trama: Come coniugare le esigenze femminili con l'impegno domestico? Come poter amare, pensare, fare il proprio lavoro, essere indipendenti se ogni giorno, tutti i giorni, bisogna organizzare e far funzionare la vita domestica? Questi deliziosi racconti, lievi e ironici, offrono una serie di soluzioni possibili, rivoluzionarie quando furono scritte, interessanti e curiose oggi. In alcuni, uomini quasi troppo-perfetti-per-essere-veri trovano soluzioni fantasiose ed efficaci per liberare le loro compagne da noiose incombenze; in altri, le donne si organizzano e ottengono l'indipendenza economica, la libertà di poter continuare il proprio lavoro nonostante siano diventate madri o mogli. Charlotte Perkins Gilman riesce a mostrare con leggerezza e ironia il senso di frustrazione e soffocamento che provano le donne in un mondo dominato dagli uomini e indica come, con relativa facilità, le donne possono trovare il benessere mentale e spirituale.

Questo libro comprende una serie di racconti e, fuorviata dalla sinossi, mi aspettavo qualcosa di leggero e divertente. Non lo è. Sì, i racconti hanno sfumature lievi ed ironiche e possono essere anche deliziosi, ma parlano di tradimento, di depressione (fino al tentato suicidio), di orgoglio. Temi che non sono propriamente leggeri. e se le soluzioni all'epoca erano rivoluzionarie, oggi non sono semplicemente 'curiose'. Sono soluzioni adottate tutt'ora. Perché i problemi ci sono tutt'ora. Sempre gli stessi. Verrebbe da pensare che l'emancipazione femminile abbia fatto progredire le cose in qualche modo, ma l'attualità delle storie presenti nel libro, fa riflettere sul fatto che, probabilmente, sotto uno strato luccicante, i problemi delle donne di oggi non sono affatto diversi da quelli delle madri o delle nonne di decenni fa. Un tema non proprio leggero per quanto l'autrice non calchi la penna sulla drammaticità.
Le situazioni proposte sono diverse, con personaggi diversi e ambientazioni diverse, ma in tutte emerge l'insoddisfazione della protagonista di turno per il ruolo che qualcuno vuole attaccarle addosso (talvolta che si è attaccata lei stessa convinta che fosse ciò che le veniva richiesto). E ogni protagonista trova a suo modo la forza per uscirne e riappropriarsi, in qualche modo, della propria indipendenza e serenità.

Personaggi: Molti come dicevo. Due o tre per ogni racconto e molto vari per carattere e modi di vedere. La componente femminile comprende sempre una buona dose di forza di volontà e di determinazione. In un solo caso, la signora in questione appare emotivamente fragile, per quanto siano tutte molto femminili ed estremamente dolci nei loro modi di fare e pensare. La componente maschile invece è un po' più varia: dal bugiardo, all'egoista, fino al compagno premuroso e attento, ogni racconto presenta un uomo che potrebbe essere il proprio compagno o il vicino di casa. Ancora oggi. Neanche gli uomini sono cambiati più di tanto.

Stile: Con toni pacati e tranquilli l'autrice riesce a parlare di temi forti e ancora attuali. Non usa terminologie d'impatto e le sue protagoniste hanno sempre pensieri molto delicati. Questo rende il libro scorrevole e piacevole da leggere, senza sottovalutarne il contenuto, talvolta drammatico. Smorza abilmente le scene che potrebbero risultare più forti rendendo tutto molto poetico e musicale.

Giudizio finale complessivo: Un buon libro. Breve purtroppo (si legge in un'ora), ma di grande impatto. Ho apprezzato tantissimo il modo che ha scelto l'autrice per trattare certi argomenti e anche lo stile che ha utilizzato. Pur non essendo appassionata di racconti li ho trovato tutti molto gradevoli, completi e soddisfacenti. la vera arte di raccontare, anche con poche parole, una storia completa e coinvolgente.
Come dicevo sopra, mi è sembrato un libro senza tempo, tanto che, se non fosse stato per pochi particolari, avrei faticato a collocarlo in un contesto storico diverso da quello attuale.
Direi che è stata un'ottima scoperta.
Voto: 8/10

6 commenti:

  1. Anche a me è piaciuto molto!!!!! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti credo di averlo letto dopo averlo visto sul tuo blog :D

      Elimina
  2. ne avevo già sentito parlare..m'incuriosisce parecchio:)

    RispondiElimina
  3. Che simpatica lettura! Magari trovo la soluzione a qualche problema attuale. Complimenti per la recensione:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che il libro 'propone' qualcosa, soprattutto modi di vedere. Spero che ti sarà utile se deciderai di leggerlo.

      Elimina