martedì 2 dicembre 2014

Teaser Tuesdays #66


Oggi è martedì e torna Teaser Tuesdays, rubrica ideata dal blog Should be Reading, ma che io ho scoperto su Atelier dei libri. La mia consocia grafica aveva comunque una rubrica simile sul suo blog, Dillina, chiamata Perle dai libri. Visto che io spesso ho letto cose in seguito ai Teaser ho pensato di adottarla.

Le regole sono davvero semplici e sarei felice se mi lasciaste i vostri teaser!
Eccole:


  • Prendete un libro che state leggendo; 
  • Apritelo in una pagina a caso; 
  • Condividete un breve spezzone di quella pagina ("Teaser") senza fare spoiler (controllate prima di postare);  Riportate titolo e autore per tutti coloro che vogliono leggerlo ^_^ 



Ecco a voi il mio Teaser di oggi. ^_^

<< Tremando di freddo, cerco di inforcare la bici. Ma è da uomo, e io ho dei jeans stroppo stretti, quindi nel tentativo di sollevare la gamba oltre la canna finisco per sbatterci il ginocchio.
«Per dindirindina!», ridacchia Graham.
Per dindirindina?! Adesso gli spacco la faccia.
Io mi sono appena fratturata una giuntura e lui mi consola con l'interazione che mia nonna ha smesso di usare negli anni Cinquanta?
«Non preoccuparti, devi solo prenderci la mano. Non è semplice, soprattutto perché sei una ragazza su una bici da uomo». Il tono è talmente paternalistico che avrei voglia di sferrargli un calcio nei testicoli. Non voglio rivederlo mai più in vita mia. Intendo fermamente concludere l'appuntamento consegnandogli un numero sbagliato e alzando i tacchi il più in fretta possibile.
Ciò detto, non intendo comunque dargliela vinta. Non sono affatto disposta a lasciarmi trattare da inetta, e tantomeno da questo dildo semovente con la fissa del pedale.
Metto a dura prova lo stretch del jeans, e riesco ad inforcare l'arnese. Saldamente in sella, pianto addosso al proprietario un'espressione da Lara Croft. Devo dimostrare a questo stronzo che le donne sono capacissime di usare una stupida bici da uomo.
«Brava! Così si fa!», esulta lui, deliziato. Io evito di abbassare lo sguardo, casomai gli fosse venuta un'erezione.
«Vuoi mettere il mio elmetto?», propone, indicandosi il casco, come se non sapesse cosa fosse. «La sicurezza prima di tutto!».
«Grazie, fa lo stesso». A questa serata manca solo di appiattirmi l'acconciatura con quel ridicolo guscio fluorescente.
Visti i tacchi, impiego un po' a trovare la giusta presa sul pedale. Poi faccio un respiro, spingo a fondo.. e via!
Forse al mondo esistono cose più difficili che pedalare su una mountain bike con ammortizzatori idraulici costruita per un uomo di un metro e ottanta indossando tacco tredici, jeans a pelle e cardigan leggero, ma al momento non mi vengono in mente.
La ruota anteriore vacilla. Il piede slitta sul pedale. Stringo le natiche sulla sella. Il vento mi sferza la faccia.
Sono talmente concentrata a controllare il manubrio che non mi rendo conto di puntare dritto verso l'ingresso del fast food. Quando me ne accorgo, è troppo tardi. Un inserviente brufoloso sta lavando la vetrina, e ha sistemato un secchio per tenere la porta aperta. Non avevo in programma una tappa al Burger King. Soprattutto non in sella ad una mountain bike arancione.
La vita è piena di sorprese. >>


Le due facce dell'amore
Nick Spalding

Qual è il vostro teaser?



3 commenti:

  1. Non mi ero mai interessata molto a questo libro, ma il pezzo che hai lasciato non sembra male!

    RispondiElimina
  2. Il finale della scenetta fa morire. Questo è uno dei più carini (la mia consocia ha scelto bene ;) ), ma in generale fa ridere abbastanza.

    RispondiElimina