martedì 28 gennaio 2014

Teaser Tuesdays #30

Oggi è martedì e torna Teaser Tuesdays, rubrica ideata dal blog Should be Reading, ma che io ho scoperto su Atelier dei libri. La mia consocia grafica aveva comunque una rubrica simile sul suo blog, Dillina, chiamata Perle dai libri. Visto che io spesso ho letto cose in seguito ai Teaser ho pensato di adottarla.

Le regole sono davvero semplici e sarei felice se mi lasciaste i vostri teaser!
Eccole:


  • Prendete un libro che state leggendo; 
  • Apritelo in una pagina a caso; 
  • Condividete un breve spezzone di quella pagina ("Teaser") senza fare spoiler (controllate prima di postare);  Riportate titolo e autore per tutti coloro che vogliono leggerlo ^_^ 

Ecco a voi il mio teaser di oggi *___*


<< «Seregil, io.. » accennò a sussurrare, ma il suo compagno troncò quelle scuse sul nascere afferrandolo per un braccio e tirandoselo nella direzione da cui erano giunti.
Dannazione, imprecò fra sé Alec, una semplice consegna e guarda che pasticcio ho combinato!
Aspettandosi un allarme da un momento all'altro i due raggiunsero in fretta la cucina e sgusciarono all'esterno attraverso la finestra del magazzino; anche fuori Seregil continuò a mantenere un implacabile silenzio mentre scavalcava il muro per poi spiccare la corsa lungo la strada. Nel seguirlo, Alec giunse alla cupa conclusione di essersi coperto di vergogna ai suoi occhi.
A tre strade di distanza dalla villa, Seregil infine si arrestò bruscamente e lo trascinò in un vicolo per poi chinarsi con le mani puntellate sulle ginocchia come se stesse cercando di riprendere fiato. Preparato com'era a subire una predica, Alec impiegò qualche momento a rendersi conto che il suo compagno invece stava ridendo.
«Per gli attributi di Belairy, Alec!» esclamò Seregil, continuando a ridere. «Pagherei cento sesterzi per aver visto la tua faccia quando l'anello è rotolato, e poi quando lei ha cercato di tirarti nel suo letto..»
«Sono stato così stupido» gemette Alec. «Avrei dovuto immaginare che l'anello sarebbe rotolato.»
«Forse, ma queste sono cose che succedono» replicò Seregil, asciugandosi le lacrime causate dal troppo ridere. «Non so quante volte a me è capitato un incidente del genere, e quello che conta è come si rimedia, cosa che tu hai fatto egregiamente. "Impara e vivi", come dico sempre.»
Sollevato, Alec si avviò con lui verso casa, ma prima che avessero percorso un isolato Seregil ricominciò a ridere.
«Baciami mio coraggioso amante» gemette in falsetto, appoggiandosi pesantemente alla spalla di Alec. «Io ti scalderò!» E si allontanò ridendo.
Esasperato, Alec si rese conto che avrebbe sentito parlare ancora degli eventi di quella sera. >>



Alec di Kerry
Lynn Flewelling




4 commenti:

  1. Ecco, questo è uno di quei titoli che mi ispirano per davvero, ma proprio un sacco! *___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco. Tutti e tre i libri fanno questo effetto. :D

      Elimina