domenica 11 gennaio 2015

Buon anno e buoni propositi

Buon giorno e di nuovo Buon 2015 a tutti i nostri lettori!
Passate bene le vacanze di Natale?
Io, onestamente, così così, ma visto che ormai sono passate non ho la minima intenzione di star qui a lamentarmi. Come sempre, quello che spero si riveli un periodo di pacifiche letture spalmata sul divano, si rivela poi essere una sequenza infinita di necessità altrui che sembrano richiedere la mia insostituibile presenza. C'è bisogno di far funzionare il nuovo smartphone? Si chiama la Dru (che lo smatphone manco ce l'ha e nemmeno capisce da dove si accende). C'è bisogno di accomodare il vaso di espansione dell'acqua (non mi chiedete cosa è perché NON lo so!)? Si chiama la Dru perché c'è assolutamente bisogno che passi gli attrezzi che stanno lì, a cinque centimetri scarsi dalla mano del marito. C'è bisogno di arrampicarsi in cima all'albero a tirar su e giù le luci? Si chiama la Dru che soffre di vertigini, ma può benissimo star lì sotto a dire: sì Amore, le hai messe benissimo! E soprattutto è essenziale non lasciarla tranquilla a leggere.

Per 'fortuna' tornare a lavoro significa avere di nuovo a disposizione due magnifiche, insostituibili, regalatissime ore per leggere al giorno. Ed io ho già ripreso il ritmo.
Un po' diversa è la situazione di questo nostro povero angolino, in cui mi piacerebbe potervi parlare per bene di tutto ciò che leggo, scrivendo tutti i giorni e presentandovi tante belle storie. Purtroppo, se riesco a leggere ovunque, non è lo stesso per lo scrivere e questo fa diminuire la quantità di libri di cui riesco a parlarvi. Dopo due anni di tentativi e sensi di colpa per tutti i libri che sono stata costretta a tralasciare e di cui mi dicevo prima o poi scrivo la recensione, mi arrendo. Vi parlerò di ciò che riesco, di quei libri che si lasciano recensire, che mi hanno entusiasmata tanto o che, di contro, hanno difetti su cui preferisco avvisare.
Cercherò di pubblicare almeno una recensione alla settimana, sperando di riuscire a mantenere almeno questo ritmo.
E tutti gli altri libri (che sono tanti quanti quelli di cui riesco a parlare)? No. Non saranno lasciati nel dimenticatoio, avranno i loro cinque minuti di visibilità in questa o quella rubrica.
Per questo stesso motivo ho preferito non iscrivermi a nessuna challenge per quest'anno (anche se mi piacciono tanto). Magari ne seguirò qualcuna più breve se ci saranno.
Rimane il teaser del martedì, appannaggio della mia timidissima consocia grafica, anche lei lettrice forte, che non se la sente di recensire; così, anche se non ve ne parla, vi farà assaggiare pezzettini di ciò che sta leggendo e potrete farvi un'idea. Visto che abbiamo gusti diversi, oltre ad alleggerire me, questo ci permetterà di presentarvi testi in più.
Rimane anche il WWW che pensavo di sfruttare proprio per parlarvi di tutti quei libri di cui non scrivo la recensione. Quindi un post più ampio, dove non vi faccio solo l'elenco di ciò che ho letto o sto leggendo, ma in cui spendo qualche parola (e un voto per i conclusi) giusto per dare un riassunto delle mie impressioni.
Per quanto riguarda la Spacci e dispacci, per un po' ho valutato se darle una cadenza più regolare, ma vista la variabilità delle mie entrate, rimane la mina vagante del blog.
Spazio anche alle segnalazioni. In questo caso una nota. Qualcuno mi ha consigliato di segnalare solo i libri attinenti alle letture del blog. Il punto è che questo blog non ha generi precisi. Io leggo di tutto, la mia consocia lo stesso. Sarebbe arduo stabilire quali libri segnalare e quali no. Per tanto, offriremo spazio a chiunque ce lo chiederà (sempre con la dovuta educazione). Se riusciamo, il giorno dedicato alle segnalazioni sarà il venerdì.
Per quanto riguarda le offerte di libri in lettura, ovviamente gli autori e le case editrici sono liberissime di proporci i lavori, ma per favore non prendetela male se dovessimo rifiutare.
Per il resto, abbiamo qualche altra idea, come quella di adottare le TBR mensili, ma per il momento sono embrionali.
Bene, ho straparlato abbastanza (per metà al singolare, per metà al plurale. La prof mi avrebbe appioppato un 3 senza neanche pensarci) vi lascio baciottoli a profusione anche da parte della mia consocia grafica e auguriamo un anno pienissimo di letture.

Nessun commento:

Posta un commento