giovedì 6 novembre 2014

Segnalazione: Fazi Editore - Novità mese di novembre 2014

Hilary Mantel
Un posto più sicuro
La storia segreta della rivoluzione vol. 2

Dopo la caduta della Bastiglia, in una Parigi divenuta campo di battaglia su cui scorre il sangue dei linciaggi e delle esecuzioni sommarie, la giovane generazione di rivoluzionari si trova all’improvviso sulla soglia della fama e del potere: Camille Desmoulins, Danton e Robespierre, splendidamente tratteggiati dalla penna di Hilary Mantel sempre attenta all'analisi storica, continuano ad agire sotto la fede incrollabile nelle proprie idee. Né il corpo dei regnanti né i luoghi in cui abitano sono più sacri. La tanto agognata repubblica è sempre più vicina. Ma nessuno sa ancora quale sarà il prezzo da pagare.




Qual è il senso della vita? Cosa significa fare il bene? Schweitzer affronta di petto gli interrogativi fondamentali della disciplina filosofica, sviluppando in questo libro la sua celebre teoria del rispetto della vita da scrittore, filantropo, teologo, fisico, chirurgo, studioso di filosofia, di letteratura tedesca e di religioni orientali, nonché organista musicologo e fondatore dell’ospedale missionario di Lambaréné. Scritto e rielaborato tra il 1913 e il 1917, Filosofia della civiltà offre un’impietosa critica della cultura dominante. Ma l’autore individua un’importante via di ricostruzione: solo il principio del “rispetto per la vita” può illuminare il cammino dell’umanità e condurla al vero progresso.




Andrea Caterini
Giordano

All'estrema periferia di una grande città, nell'aria umida di un garage sotto il livello della strada, Giordano lavora come guardiano notturno per pochi euro al mese. Nel suo "non luogo" il protagonista passa in rassegna ogni fallimento, insieme allo sfaldarsi degli affetti e di alcuni rapporti familiari fra cui quello col figlio, l'unico a cercare di capire davvero cosa sia successo, che interroga il padre con pietà e rabbia, in bilico tra la comprensione e il rancore, alla ricerca della ragione – quella vera – del fallimento della sua esistenza.






Gesù chiama papa Francesco/papa Francesco chiama Gesù: una serie di telefonate surreali sono al centro della creatività di Massimiliano Ciarrocca, autore goliardico, e a tratti feroce, che ha immaginato il Santo Padre a colloquio diretto con il suo superiore per le questioni più disparate riguardanti la contemporaneità. Dalla Chiesa ai programmi tv, dalla professione dell'editor alla tecnologia, non si salva nessuno: sono tutti obiettivi sensibili della satira di questo libro, raccolta di siparietti comici e dialoghi al limite del visionario.







Christian Salmon
La politica nell'era dello storytelling

Nel suo nuovo saggio, Christian Salmon mette a fuoco le trasformazioni che interessano la sfera politica e quella comunicativa. L’homo politicus tradizionale è un animale in via di estinzione? Dopo l'avvento della rete e della società della comunicazione, i politici sono ormai sottoposti alle ingerenze dei media: il loro lavoro è sempre più una performance per catalizzare l’attenzione e suscitare emozioni intrattenendo un elettorato sempre più vorace. Non sarà che in questo nuovo circo politico-mediatico proprio i governanti finiscono vittime di un gioco sacrificale, una "cerimonia cannibale"? Così la descrive il saggista francese, già acclamato dalla critica per il suo saggio Storytelling, attraverso esempi e modelli riconoscibili, come la campagna elettorale di Obama.




Nell’anno del 450° anniversario della nascita di Shakespeare esce un libro che celebra il massimo poeta inglese portando alla luce la sua eterna attualità. Krippendorff si immerge nelle commedie per analizzarne lo slancio progressista, una visione utopica che il poeta ci ha lasciato in eredità. Nel libro sono prese in esame undici commedie: da Tanto rumore per nulla a La bisbetica domata, da I due gentiluomini di Verona a La dodicesima notte. I temi ricorrenti sono quelli che appassionano ancora i lettori di tutti i tempi: i rapporti tra i sessi, lo scontro generazionale, l’amore, la solidarietà, ma soprattutto la libertà, come unica strada al progresso individuale e collettivo.




John Hick
Dio ha molti nomi
Un approccio pluralista alla religione e un'invocazione al dialogo interreligioso da parte di un filosofo evangelico e di formazione kantiana ci guida attraverso una sorta di rivoluzione copernicana: da una visione cristiano-centrica delle fedi a una teocentrica che mette da parte ogni traccia di esclusivismo cristiano e che si apre a culture e religioni nuove, diverse, minoritarie. Dio ha molti nomi è il suo scritto fondamentale.




Nessun commento:

Posta un commento