lunedì 6 aprile 2015

Recensione: E' facile smettere di preoccuparsi se sai come farlo di Allen Carr

Ebbene sì, ogni tanto leggo anche queste cose.

Titolo originale: Allen Carr's Easy Way To Stop Worrying
Autore: Allen Carr
Edizione: EWI Editrice
Prezzo: 7,50 €
Trama: Questo libro permette una nuova comprensione del perché il preoccuparsi spesso domini la nostra vita ed offre una soluzione a tutti coloro che vogliono liberarsi dall'inquietudine e trasformare le preoccupazioni e le paure quotidiane in forze positive.

Voto: 4/10
Ogni tanto mi diverto a leggere questi manualini di autoaiuto. Non seguo un filone preciso perchè in generale non ho problemi grossi da cui cerco di uscire, più che altro è curiosità di vedere cosa dicono (soprattutto se riscuoto successo), e anche, perché no?, la possibilità di trovare il consiglio giusto per un momento di stanchezza o di insofferenza. 
Onestamente? Questo mi è sembrato davvero misero e insipido. Innanzitutto sembra una presentazione power point: pagine quasi del tutto bianche con una frase ad effetto al centro. Talvolta commenti un po' più lunghi ma mai discorsi superiori alla paginetta. Parla per slogan in perfetto stile imbonitore americano e con lo stesso approfondimento: zero.
Vende come oro colato cose che qualunque psicologo, o anche medico generico, potrebbe dirvi, con qualche punta di sociologia spiccia da giornale di gossip.
Non dico sia un manuale inutile. Seguire i consigli penso porti comunque ad un miglioramento. Il fatto che siano consigli 'noti' non li rende inutili, anzi, ripeterli non fa male. Mi da fastidio il vederli vendere come originali, come fossero un metodo scientifico innovativo, quando invece non lo sono.
Tra l'altro si basa sul principio dell'autoipnosi. Nel senso: se siete convinti di voler cambiare, avete già fatto il 90% del lavoro e quasi sicuramente ci riuscireste anche senza manuale; se invece siete scettici e lo leggete nella speranza che contenga 'verità' che vi aiutino comunque a superare il problema, quasi sicuramente non funzionerà. 
Personalmente sono una che evita lo stress il più possibile, ma a volte capita di incontrarlo. Speravo di trovarvi una delle famose 'perle' da tenere da parte invece niente. Assenti pure quelle.
Un'ora persa (almeno è breve e si legge in fretta).

1 commento:

  1. Di solito non sono molto interessata a questo genere di libri, perché per me vale il "letto uno, li hai letti tutti", anche se so che è sbagliato, ma mi spiace che non ti sia piaciuto e non ti abbia trasmesso niente.

    RispondiElimina